La Bassanese La Bassanese
x
x
Sabato 18 Novembre 2017 ore 1:10
Richiesta Libro x x Cerca Libro
Categorie Libri x Confezione regalo Cartoleria
Ricerca personalizzata


Indietro

Titolo: Il tribunale del Duce. La giustizia fascista e le sue vittime (1927-1945)
Autore: Mimmo Franzinelli
Editrice: Mondadori
Pagine: 320
Prezzo: 22,00
Prenota il libro
Regala
Il 25 novembre 1926 una "legge fascistissima" istituisce il Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato, che iniziò a funzionare nel febbraio 1927. Mussolini, che diffida della magistratura ordinaria, impone una Corte speciale per i reati politici, con giudici reclutati tra militari e squadristi. Il tribunale inizialmente si occuperà degli attentatori del Duce, dei dissidenti politici, e naturalmente di comunisti, socialisti, anarchici. Ma presto le sue competenze si espandono, sino a occuparsi di religione, di spionaggio e - specie durante la Seconda guerra mondiale - persino di reati comuni. Il diritto alla difesa è assai limitato. Le sentenze non sono impugnabili. Inoltre, come dimostrano i carteggi tra Mussolini e i vertici del Tsds, le sentenze vengono decise sulla base di valutazioni politiche, prima ancora che si riunisca la corte. Il tribunale viene sciolto il 29 luglio 1943 ma ricostituito a fine anno nell`ambito della Rsi, per punire i gerarchi traditori e per reprimere il partigianato. Grazie al materiale giudiziario conservato all`Archivio centrale dello Stato, Franzinelli ricostruisce la complessa storia dell`istituzione repressiva creata dal Duce nonché le biografie dei giudici-squadristi, illustra i metodi utilizzati contro gli oppositori, ripercorre le tappe di una giustizia politica perseguita con metodi militari per stabilizzare la dittatura.
Indietro
  x
x x
 
   
x Associazione Vai x x Vai

x
x