Recensione

Crimini a nord-est

Titolo: Crimini a nord-est

Prenota il libro
Regala

Mentre la crisi economica svuota i capannoni industriali che ne costellano il paesaggio, ampie aree economiche del Nord-Est si scoprono governate dalla criminalità organizzata, che gestisce i business più redditizi, dal turismo nel centro storico di Venezia all’agroalimentare, per non nominare gli affari tradizionali di chi opera nell’illecito: dalla droga alla prostituzione. Nel frattempo, i capannoni si stanno riempendo di nuovo, e questa volta sono stivati di rifiuti tossico-nocivi. Un libro sorprendente su una parte dell’Italia considerata ingenuamente immune dal cancro che avvelena altre regioni, e su cui è importante gettare un fascio di luce. Luana de Francisco e Ugo Dinello conducono una rigorosa inchiesta dando la parola agli specialisti delle forze dell’ordine, svelando le nuove rotte del crimine organizzato, raccontando le connivenze dell’area grigia, e, da ultimo, proponendo alcune soluzioni perché il cancro non dilaghi: il crimine organizzato può essere battuto e anche il Nord-Est può fare la sua parte nella lotta per la legalità.
Indietro