Recensione

Nel vicentino la cucina è antichissima, a volte risale alle abitudini degli antichi greci, per l`uso dei loro cibi marinari, dell`aglio, della cipolla, degli aromi forti di certe piante, del vino. Qualche sfumatura di Oriente, non manca. Del resto la via delle spezie di Venezia passava anche per Vicenza. In tutto il Veneto, l`alimento comune a tutti è la polenta. I vicentini l`hanno sempre usata come accompagnamento dei loro cibi: il formaggio di Asiago, gli spiedi, la selvaggina e, soprattutto, il laborioso baccalà alla vicentina. Ricette antiche oggi ricercate, riscoperte e valorizzate come opere d`arte, per ritrovare aspetti di una civiltà di vita che nella famiglia trovano il cuore. Il focolare è sempre stato il centro della vita femminile, dove le doti di pazienza e intelligenza delle nostre donne hanno saputo creare una cucina vicentina, dai primi piatti ai secondi e ai contorni di stagione, ai dolci, torte, biscotti e frittelle, che solo a elencarle ci vorrebbe un libro intero. Le ricette che riportiamo rappresentano soltanto una breve immagine di un incontro nel tempo e nelle stagioni, tra la cucina dei nobili in Villa e la cucina povera dei nostri paesani.
Indietro