Recensione

Il calcio è sempre stato ed è tuttora la mia vita, il mio lavoro. È un’attività fatta di tante storie vissute con e attraverso numerosi compagni di viaggio. Un percorso di studio, di ricerca e di esperienze sul campo. Di esperienze, da quando ha cominciato la carriera di allenatore, ne ha messe da parte tante, Carletto: partito dalla Reggiana, dopo i successi solo sfiorati con la Juventus ha scritto al Milan memorabili pagine di storia prima di trasferirsi al Chelsea, in Inghilterra, e poi in Francia, al Paris Saint-Germain, vincendo sempre tutti i campionati. Da pochi mesi è cominciata la sua nuova avventura alla guida della squadra più mitologica del calcio mondiale, il Real Madrid. Dopo il grande successo di Preferisco la coppa, in cui raccontava la vita da calciatore e le prime vittorie in panchina, Ancelotti ci svela i suoi segreti nella gestione dei calciatori, le soluzioni tattiche adottate nelle diverse compagini a seconda della storia dei club e delle missions affidategli dai presidenti, ci racconta le partite che ne hanno segnato la carriera (non dimenticando le cocenti sconfitte, perché è vero che sbagliando s’impara). In un libro unico, curioso, originale, imperdibile per tutti gli appassionati che, almeno una volta nella vita, hanno sognato di guidare una squadra di calcio con la sua lealtà sportiva, il suo carisma, la sua competenza. E, perché no, la sua umanità.
Indietro